mercoledì 12 dicembre 2012

Natale è alle porte ma io non apro.

Volevo scrivere un post natalizio, e invece no. Perché? Perché no.

Tilt and Shift.

Il Tilt shift è una tecnica fotografica che secondo me ha molti spunti creativi, tecnicamente consiste nel cambiare il piano di fuoco dell'obiettivo permettendo di mettere a fuoco più soggetti che giacciono su piani diversi. Lo so che a questo punto avete chiuso internet, ma aspettate un altro po' dai.


Il risultato creativo è quello di far sembrare delle miniature, alcune foto in campo aperto. Per ottenere dei buoni risultati vengono utilizzati degli obiettivi basculabili, che normalmente usano certi architetti, per foto di edifici.
Questi obiettivi decentrabili costano tutti e due gli occhi della testa, quindi io ho cercato di riprodurli in post produzione. Non ho usato Photoshop, perché ancora sta cercando di aprirsi, la memoria del mio pc è scarsissima. Ho invece usato un altro programmino semplice semplice, che ha questa funzione già bella e pronta.


Per i barboni come me esistono lenti più economiche del tipo Lensbaby, che possono essere acquistati vendendo solo un rene.
A parte tutto, il Tilt Shift mi ha preso, ma essendo pigro non sono andato a fare delle foto che potessero essere usate per questa tecnica, ma ho ripescato nel mio hard disk le foto che più si prestano a questo effetto. Infatti le foto ideali devono essere scattate da una posizione elevata,  i soggetti migliori sono gli ampi spazi, musei, stazioni ferroviarie, porti, le piazze di un centro abitato ecc. ecc.



In rete troverete di meglio di quello che sono riuscito a fare, almeno fino a quando non avrò una di queste lenti e un rene in meno, a meno che qualcuno in clima natalizio non voglia fare delle donazioni.

Buon Natale. Io no.